Lavabo doppio o doppio lavabo?
03/03/2021

Lavabo doppio o doppio lavabo?

Spesso considerati erroneamente sinonimi il lavabo doppio ed il doppio lavabo sono in realtà due oggetti ben distinti che consentono comunque di dare una maggior fruibilità alla stanza da bagno e contribuiscono a renderlo un ambiente di design. Innegabile infatti il gusto estetico che conferiscono alla stanza, e se un giorno erano considerati sinonimo di lusso riservato solo ai bagni più prestigiosi di una Spa, di un centro benessere o di un hotel, oggi è possibile trovarli anche negli ambienti residenziali. I motivi che hanno portato alla loro affermazione anche tra le mura domestiche sono legati sia al design che conferiscono alla stanza, sia anche all'esigenza di avere spazi in grado di offrire la migliore fruibilità: che si tratti di doppio lavabo o di lavabo doppio infatti permette di avere un modello di abitare in cui ogni componente della famiglia può contare sui propri spazi. La possibilità di ottimizzare al meglio gli spazi e i tempi, condividendo i riti mattutini quando l'orologio corre inesorabile, è un vantaggio che certamente non è sfuggito all'attenzione dei tanti che decidono sempre più frequentemente di adottare questa soluzione nel proprio bagno. Vediamo allora quali sono le caratteristiche logistiche per poterla realizzare anche perché, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non occorre avere a disposizione uno spazio esagerato per poter beneficiare dei vantaggi di due lavandini.

Le differenze

Iniziamo con una precisazione, ovvero quella che permette di distinguere tra i due elementi. Il doppio lavabo è in realtà una soluzione che prevede l'inserimento nella stanza da bagno di due elementi distinti, che possono essere collocati uno di fianco all'altro sopra ad un top (nel caso di lavabi da appoggio) oppure anche su due pareti diverse (scelta che può essere fatta con qualsiasi tipologia di lavandino). Il doppio lavabo è invece un oggetto unico lavorato in modo da offrire due vasche con doppia rubinetteria. 

Per poterli installare occorre avere almeno 1,20/1,40 metri di lunghezza a disposizione sulla parete. Queste sono infatti le misure medie di un lavandino doppio e dovrebbe essere anche la misura minima nel caso in cui si scelga di posizionare nel bagno il doppio lavabo. Sia che il progetto preveda l'installazione di due ciotole da appoggio sopra un top, sia che invece si decida di inserire due lavabi sospesi infatti, occorre considerare che le misure dei catini più piccoli (come quelli presenti nella Collezione Butterfly per una soluzione da appoggio o nella Collezione Next per il lavabo da semincasso) si aggirano intorno ai 40 cm ciascuno. A queste misure occorre poi aggiungere lo spazio da lasciare tra i due elementi, indispensabile per consentire ai due fruitori di muoversi liberamente.

Quando lo spazio a disposizione non è abbastanza è davvero necessario rinunciare alla comodità del doppio catino? Se lo spazio consente di installare un lavabo che non superi i 60 cm di lunghezza possiamo optare per un unico catino con una maxi vasca, da attrezzare magari con doppia rubinetteria a parete, come quello proposto nella Collezione Teorema

Meglio il doppio lavabo o il lavabo doppio?

Una delle domande che potrebbero sorgere riguarda i vantaggi e gli svantaggi di queste due soluzioni di arredo. Riteniamo utile ribadire che sono entrambe perfette per creare spazi dal design esclusivo e che la scelta andrebbe fatta tenendo conto dei gusti e delle esigenze di ognuno. Come abbiamo potuto vedere anche le esigenze di spazio sono pressoché identiche. Se per molti la scelta del doppio lavabo è una questione di stile, per altri può rivelarsi indispensabile quando ad esempio si dispone di una stanza con pianta irregolare. Benché inusuale la scelta di collocare i due lavabi su pareti diverse permette di avere due postazioni autonome 100% che permettano di organizzare gli spazi in modo razionale.

Anche i sostenitori del lavabo doppio esternano motivi più che convincenti per la loro scelta: in effetti la presenza di un unico elemento permette di eliminare quei punti di giunzione in cui lo sporco e la polvere andrebbero inevitabilmente a depositarsi risultando poi difficili da rimuovere.